Piccoli gesti, grandi cambiamenti!

E’ con questo slogan che vogliamo iniziare la condivisione di un percorso. Nell’ultimo articolo parlavo dell’importanza di condividere storie sui cambiamenti che ciascuno di noi mette in atto nella vita quotidiana per migliorare la qualità dell’ambiente. Ecco allora la nostra idea e il nostro modo di contribuire alla condivisione e diffusione di buone pratiche ecologiche: la sfida è quella di inserire nella nostra vita un piccolo cambiamento all’inizio della settimana e cercare di mantenerlo almeno per 7 giorni. La settimana dopo ne arriva un altro, di piccolo gesto, ma non è affatto detto che il precedente vada necessariamente dimenticato! La speranza è quella di riuscire a inserire quanti più gesti possibili nella routine della vita quotidiana, rendendoli il più possibile automatici. Nel caso in cui ciò non dovesse accadere, beh, almeno per un po’ di settimane ci siamo impegnati in buone pratiche, di quelle che già non mettiamo in atto, riducendo la nostra impronta ecologica…

Allora partiamo proprio da questa settimana, e iniziamo con un grande classico: le luci di casa! E già sento che qualcuno dice: “ma io già lo faccio! Da quando avevo sei anni e i miei mi facevano una testa tanta con spegni la luce di qua e spegni la luce di là”. Ottimo, buon per te, tutta fatica in meno!! Noi però non ci riusiamo sempre, soprattutto per il fatto che  non siamo solo adulti in casa… E’ importante che anche i figli capiscano che è una cosa seria e che non si tratta solo di una questione economica di risparmio, ma anche e soprattutto una questione ambientale! Questa allora è la nostra sfida della settimana: impegnarci a spegnare le luci ogni volta che usciamo da una stanza, anche se ci dobbiamo rientrare dopo pochi secondi. E, se proprio non è necessario, cercare di non accenderle.

Ecco, appena abbiamo formulato la proposta, ci siamo però resi subito conto che da soli non ce la potevamo fare. La logica del “tanto torno subito” o quella del “tanto ci pensa qualcun altro a spegnarla” sono bestie dure da domare… Allora per aiutarci in questa “missione impossibile” abbiamo deciso di crearci un nostro personale “santino”:


e chi meglio di Greta Thunberg ci poteva dare una mano in questa faccenda? Così abbiamo deciso di tappezzare casa con bigliettini che ci ricordano l’importanza di questo piccolo gesto. Lei, con la sua faccia seria, leggermente incavolata, quasi a ricordarti bonariamente che se non spegni la luce ti perseguiterà ogni notte con eco-incubi su catastrofi planetarie che la scena del parco giochi con i cavallini che si sciolgono di Judgement Day, levati! Ora, se esci dal bagno, dalla camera da letto, dallo studio, lei è lì che ti guarda, e ti ricorda che il futuro del Pianeta dipende anche dal tuo dito indice…

Che dite, saranno sufficienti i bigliettini? Ve lo sapremo dire… di settimana in settimana. Pubblicheremo qui e su Facebook gli aggiornamenti e le “sfide della settimana”. Se poi qualcuno vuole accettare la sfida ed aggregarsi… non può che essere il benvenuto 😉

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci nello spazio a fianco il codice che visualizzi, grazie!